Giuseppe Corrado: “Stiamo lavorando per accelerare l’iter del nuovo stadio”

E’ ancora difficile ipotizzare tempi e modi della ripresa dell’attività agonistica.

La palla è adesso nelle mani del Governo e tutti, a cominciare dal Pisa, attendono indicazioni precise. Il Presidente Giuseppe Corrado ha espresso il suo pensiero sulla situazione ai microfoni di RadioBruno: “Ci sono state tante scelte diverse in questo periodo, alcune anche difficili da capire. Come quello di vietare gli allenamenti singoli per atleti di sport di squadra e non per gli atleti di sport individuali, condizione che è venuta meno nelle ultime ore. In campo c’è la possibilità di alternare i calciatori per farli allenare sul campo dopo 60 giorni che sono fermi in casa“.

Cosa dobbiamo aspettarci nei prossimi giorni? “Il Presidente Gravina è stato coerente e deciso fin dall’inizio. Ovviamente in estrema sicurezza ed attraverso i protocolli necessario il campionato deve riprendere e la stagione deve concludersi: se non potrà esser così sarà per scelte del Governo. Il rischio che riparta solo la Serie A potrebbe esserci perchè in una situazione incerta è previsto un protocollo complesso che, se troppo difficoltoso e costoso, sarebbe quasi impraticabile dalla Serie B in giù“.

Il Pisa guarda comunque al futuro e ai progetti già in cantiere: “Non stiamo ripensando al progetto Stadio ed anzi credo che tutti debbano seguire questa strada alla luce della pandemia. E’ impensabile avere acceso a stadi obsoleti perché chi non avrà una struttura a regola d’arte non avrà la possibilità di aprirla al pubblico. Proprio per questo con la società di sviluppo e con l’Amministrazione Comunale abbiamo pensato di accelerare ulteriormente cercando di sfruttare tutto il periodo in cui lo stadio non sarà agibile“.