Nerazzurri protagonisti in Nations League

Per tre calciatori nerazzurri la stagione si è conclusa soltanto questa settimana: prestigiosa la motivazione di questo prolungamento dell’attività agonistica. Adam Nagy, Marius Marin e George Puscas sono stati impegnati, infatti, nella prima fase della Nations League, andata in scena in queste prime due settimane del mese di giugno.

La copertina spetta di diritto al centrocampista nerazzurro Adam Nagy che assieme alla sua Nazionale è stato protagonista di un cammino inaspettato e vincente: i magiari attualmente sono al comando del Gruppo 3 della Lega A davanti, nell’ordine, a Germania, Italia e Inghilterra.

Proprio contro i vice campioni d’Europa Adam Nagy e compagni hanno costruito il loro primato imponendosi 1-0 nella gara giocata a Budapest (con il nostro centrocampista schierato come titolare e in campo per 82 minuti, ndr) e quindi centrando il bis qualche giorno più tardi in casa degli inglesi con un clamoroso 4-0: a Wolverhampton per Adam Nagy oltre mezz’ora in campo da subentrato con due assist fondamentali e una prestazione sontuosa in quella che per gli inglesi, da oggi, rappresenta la peggior sconfitta interna della storia.

Per Adam Nagy da segnalare inoltre 58 minuti (da titolare) nella sfida persa (2-1) contro l’Italia a Cesena e novanta minuti da protagonista nel pareggio interno (1-1) contro la Germania. Prossimi, e conclusivi, appuntamenti in programma il 23 settembre in Germania e il 26 settembre a Budapest contro l’Italia.

In Lega 2 meno bene sono andate le cose alla Romania, attualmente fanalino di coda gruppo 3: colori nerazzurri comunque protagonisti grazie alle prestazioni di Puscas e, soprattutto, di Marius Marin sempre inserito tra i migliori in campo della propria Nazionale.

Dopo aver perso (2-0) in Macedonia, la Romania è uscita sconfitta (1-0) anche dalla trasferta in Bosnia; una gara che ha visto in campo dal primo minuto sia Marius Marin che Puscas (sostituito al 74’). Il numero 8 nerazzurro è stato poi assoluto protagonista del successo interno (1-0) ottenuto contro la Finlandia: un match che ha visto sia Marin che Puscas in campo per tutti i novanta minuti.

La Romania ha quindi chiuso questa prima fase della Nations League perdendo (3-0) sul terreno amico contro la Macedonia con Marin (sostituito al 76’) e Puscas in campo dal primo minuto. Prossimi appuntamenti il 23 settembre in Finlandia e il 26 settembre in casa contro la Bosnia