Pisa-Pro Piacenza 3-2

Un gol di Di Quinzio sul filo della sirena regala al Pisa tre punti importantissimi al termine di una gara spettacolare e piena di emozioni.
Dopo un primo tempo di marca nerazzurra ma senza gol nella ripresa succede di tutto: passa avanti il Pisa con Filippini che ribatte in rete un rigore di Negro respinto da Gori. Poi Paramatti si inventa una girata vincente su angolo e pareggia. Palla al centro e il Pisa passa nuovamente con Masucci, la Pro Piacenza resta in dieci ma nel recupero pareggia con un euro gol di Musetti. Il Pisa però non molla e sugli sviluppi di un’azione di Sainz Maza il numero dieci nerazzurro spinge la bilancia dalla parte nerazzurra.
Adesso è il momento di ricaricare le pile: sabato c’è il Derby con il Livorno. Appuntamento all’Ardenza alle ore 17.00

PISA (4-4-2): Voltolini; Birindelli (69′ Setola), Sabotic, Lisuzzo, Filippini; Lisi (88′ Maza), Gucher, Maltese (46′ Izzillo, 88′ De Vitis), Di Quinzio; Negro (66′ Masucci), Eusepi. A disposizione. Reinholds, Petkovic, Ferrante, Giannone, Cagnano, Balduini. Allenatore Mario Petrone
PRO PIACENZA (3-5-2): Gori; Calandra, Belotti, Battistini; Messina (54′ Mastroianni), Cavagna, Aspas (81′ Frick), La Vigna, Belfasti (72′ Paramatti); Musetti, Alessandro. A disposizione. Bertozzi, Starita, Ricci, Abate. Allenatore Fulvio Pea
Arbitro. Eduart Pashuku di Albano Laziale (assistenti Lenarduzzi e Polo-Grillo).
Rete: 50′ Filippini (PI), 83′ Paramatti (PR), 85′ Masucci (PI), 93′ Musetti (PR), 95′ Di Quinzio (Pi)
Note: Spettatori: 6.112. Ammoniti: Battistini (Pr), Aspas (Pr), Lisi (Pi), Sabotic (Pi), Mastroianni (Pr), Di Quinzio (Pi). Espulso Mastroianni all’88 per gioco violento.  Angoli: 5-2. Negro fallisce un calcio di rigore al 50′. Recupero: 1′ pt. / 5′ st.