Ripartenza, Centro Sportivo e….: il pensiero di Giovanni Corrado

Giovanni Corrado è al lavoro, assieme a tutta la dirigenza nerazzurra, per permettere alla macchina organizzativa nerazzurra di farsi trovare pronta in caso di ripartenza del campionato attualmente sospeso per l’emergenza Covid-19. Il Direttore Generale nerazzurro ha raccontato questi ultimi giorni di lavoro ai microfoni della trasmissione web “Finestra sull’Arena”; ecco un breve estratto delle sue dichiarazioni: “C’è ancora molta incertezza relativamente alle aperture e ai vari protocolli che si differenziano da settore a settore; siamo tutti in un limbo dal quale speriamo di uscire al più presto. Andiamo un passo alla volta perchè l’aspetto più importante è quello di terminare le competizioni e non credo neanche sia così importante la data di chiusura. Prenderci tutto il tempo necessario è fondamentale, ma non abbiamo una data per chiudere a tutti i costi la stagione, soprattutto relativamente alle serie minori“.

Come uscirne? “In questo momento è difficile dare una risposta. Tutto ruota intorno alla potenziale quarantena riguardo la rosa e lo staff in caso di nuova positività. Oggi l’Italia è l’unico paese che sta adottando questa formula e per questo penso che ci possa essere anche qualche modifica. Superato questo aspetto ci sarebbe sicuramente la ripartenza“.

Guardando al futuro si parla anche di un Centro Sportivo Nerazzurro: “Il fatto che il Pisa cerchi una struttura che possa diventare non solo una casa per noi, ma per la città, è fuor di dubbio. Dobbiamo pensare che abbiamo oltre 500 ragazzini del settore giovanile e per le nostre ambizioni rappresenterebbe un passo importante. Sarà però un passo ponderato“.

Moscardelli sta pensando di continuare la sua carriera da calciatore: “Davide è un ragazzo in gamba e una persona a cui siamo molto legati e con cui avevamo anche fatto alcuni discorsi insieme. Lui ha un grande rapporto con il mister e anche con il Direttore Sportivo Gemmi per cui non sarà difficile trovare un punto di incontro che lo renda felice e possa venire incontro ai suoi desideri”.

E proprio il Direttore Sportivo Gemmi è stato accostato di recente ad altre società: “Noi abbiamo un grande rapporto, una vera amicizia, come anche col mister. Quando c’è apprezzamento da parte di qualcuno vuol dire che è stato fatto un buon lavoro e per questo spero che si continui ad andar bene e che continuino ad esserci certi apprezzamenti. Mi auguro che Roberto possa un giorno andare via da Pisa per andare in realtà sempre più importanti. Noi siamo una famiglia e una squadra molto unita, abbiamo raggiunto grandi risultati e tutti qui si trovano bene, ma è anche giusto, poiché sono tutti professionisti, che nel caso di offerte importanti per la loro vita se ne discuta insieme. Potrei essere solo felice e orgoglioso per loro”.