Sistema Licenze Nazionali: incontro società-arbitri con il Var come protagonista

Incontro questa mattina in videoconferenza, previsto dal Sistema licenze nazionali, fra Can e tutti i club della Serie BKT rappresentati da dirigenti, allenatori e capitani.

Dopo il saluto del presidente Mauro Balata, che ha ringraziato i presenti, la parola è passata a Gianluca Rocchi, che ha fatto il punto della situazione sulla formazione arbitrale per l’introduzione definitiva della tecnologia in campo dalla prossima stagione. In particolare sono nove le partite che da inizio aprile sono state seguite con la modalità offline, domani Empoli-Cosenza sarà la decima, percorso che proseguirà anche nella 37° giornata a Frosinone e nella 38° Cittadella. A questa fase, ne seguirà una seconda di training offline a Coverciano e una terza online durante le amichevoli estive. Obiettivo finale: la formazione di 48 arbitri e altrettanti assistenti prima dell’avvio della stagione 2021/2022. Nelle nove gare sono stati 78 i controlli, con una media di quasi nove a partita, e cinque sarebbero state le correzioni.

Venendo al bilancio di questa stagione, ha preso poi la parola il designatore Can Nicola Rizzoli che ha portato numeri confortanti nella diminuzione di espulsioni (-30% da 127 a 89 rispetto alla 2019/20) e di ammonizioni (-6,4% da 1731 a 1620). Fortemente ridotta la condotta violenta, causa della metà di espulsioni rispetto all’anno scorso, e il comportamento antisportivo (-30%). Sono poi state portate all’attenzione delle società diverse casistiche sui falli di mano e su quelle tipologie di intervento che mettono a rischio l’incolumità dell’avversario.

All’incontro collegato anche il presidente dell’Aiac Renzo Ulivieri e il responsabile Var della Lega Serie B Carlo Longhi.